Il patto tra il GATTO E IL DIAVOLO

Nerone soprannominato recentemente catmodel

È un po’ che non scriviamo nulla … ci siamo presi un momento di pausa da tutto!

Chi ci conosce sa della nostra passione per il tema “curiosità” … oggi vogliamo raccontarvi questa leggenda : “il patto tra il Gatto e il Diavolo “

C’era una volta una donna che viveva con il suo bambino e il suo gatto, in una casetta in mezzo alla foresta.
Un giorno lei doveva uscire ed era molto preoccupata perché non voleva lasciare il suo bambino solo, ma non poteva portarlo con sé. Così guardò il suo gatto e gli disse:

“Gattino mio per favore veglia su mio figlio, cercherò di tornare il prima possibile.”
Così uscì. Subito dopo apparse il Diavolo in casa; il gatto vedendolo saltò davanti alla culla del bambino senza intimidirsi.
Perché è ben noto che i gatti sono gli unici animali che non hanno paura di questo essere così maligno.
Cosa vuoi??- Chiese il gatto
Vengo a prendere il bambino- disse il Diavolo.
Beh non puoi, mi prendo cura io del bambino. – Disse il gatto mentre si stava leccando una zampa.


Animale insolente, tu non puoi fare nulla per evitarlo – ribatte il Diavolo.
Molto bene – disse il gatto astutamente.
Ti propongo un accordo, se indovini il numero esatto dei peli che ho su tutto il corpo potrai prenderti il bambino. Se questo non accade tornerai da dove sei venuto e non tornerai mai più. Ti offrirò 3 opportunità per indovinare… Allora c’è un accordo? –
Il Diavolo non poteva rifiutare questo accordo, a lui piacciono le sfide. Così pensando che sarebbe stato facile accettò.
E con molta pazienza iniziò a contare i peli.
-Uno…. Due… Tre… – Ma a un certo punto un uccellino “cantò”, e così il Diavolo si distrasse. Arrabbiato ricominciò.
Cento… Duecento…. Trecento…
In quel momento il vento entrò dalla finestra e agitò i peli del gatto, facendo sì che il maligno perse ancora una volta il conto.
Già 2 opportunità sfumate – gli ricordò il gatto.
Nervoso il Diavolo ricomincio a contare promettendosi che niente lo avrebbe più distratto.
Un milione… Due milioni… Tre milioni…
Quindi il gatto mosse leggermente la coda strofinando il naso del Diavolo, e lui starnutì. E tutti i peli del gatto volarono da ogni parte.
Hai perso la tua ultima possibilità. Adesso vattene e non tornare mai più.


Il Diavolo era così furioso della sua perdita, che giurò che un giorno avrebbe saputo dire quanti peli aveva un gatto, così da poter tornare e finire il suo compito.


Così se ne andò.


Quando la donna tornò a casa, ignara dell’accaduto, abbracciò e baciò il bimbo. Poi si girò verso il gatto e facendogli delle carezze dietro l’orecchio lo ringraziò per l’ottimo lavoro svolto.


Ecco perché i gatti fino ad oggi lasciano sempre peli in giro. Perché in questo modo il Diavolo non compirà mai la sua vendetta. Non saprà mai quanti peli hanno in realtà!

Quindi se avete un gatto e qualcuno si lamenta dei peli che lascia potete raccontargli questa leggenda 🐈‍⬛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: